mondo enervit >

Enervit World Wide

Select your Country for local contents

Can't find your Country? Go to:

it > newsletter >
Home / Articoli / Cibi vincenti sul colesterolo
 

CIBI VINCENTI SUL COLESTEROLO

La battaglia anti colesterolo si vince a tavola con una scelta mirata nel privilegiare i cibi che abbassano i livelli di colesterolo nel sangue e nell’eliminare quelli che lo mantengono alto.

Con la attuali abitudini alimentari è facile avere valori di colesterolo fuori norma. Uomini e donne ne sono soggetti, soprattutto le donne in menopausa. Dalla prestigiosa Scuola di Medicina dell’Università di Harvard vengono suggeriti alcuni accorgimenti  per fare attenzione a tavola per tenere sotto controllo il colesterolo, in particolare l’LDL – quello “cattivo” - e migliorare la situazione dei grassi che fluttuano nel torrente sanguigno.
In pratica è necessario impostare una strategia in due fasi: scegliere alimenti che abbassano l’LDL e nello stesso tempo eliminare cibi che lo aumentano.

Si ai cibi favorevoli
Sono molti i cibi che riducono il colesterolo in vari modi. Orzo, avena e alcuni legumi, forniscono fibra solubile, che lega il colesterolo e i suoi precursori nell’apparato digerente e ne riduce l’assorbimento. Anche ortaggi, come le melanzane, buone fonti di fibra, e frutta - mele, fragole, agrumi, ricchi di pectina (un tipo di fibra solubile), aiutano a ridurre il colesterolo. Stesso effetto si ottiene con l’olio di oliva, ottimo per condire i contorni.
Un effetto anti colesterolo arriva anche dalla frutta  a guscio (noci, mandorle, pistacchi e nocciole) e dalla soia. La ricerca scientifica ha evidenziato che 25 grammi di proteina di soia al giorno può abbassare il colesterolo del 5-6%.
Mangiare pesce due o tre volte alla settimana può agire sul colesterolo in due modi: sostituendo la carne, che ha grassi saturi stimolanti l’LDL e fornendo i grassi omega-3. Meglio ogni giorno un integratore di omega-3  concentrato e purificato che riduce i trigliceridi e protegge anche cuore, cervello e vista. 

No ai cibi sfavorevoli
Uno stile di vita scorretto tende a mantenere alto il colesterolo HDL e basso quello HDL. Cosa fare?
Vanno limitate al massimo le fonti di grassi saturi. Si trovano nelle carni rosse, nei prodotti lattiero-caseari interi, nelle uova e anche in alcuni oli vegetali, come olio di palma, olio di cocco e burro di cacao. Sono da eliminare i grassi trans. Un sottoprodotto della reazione chimica che trasforma l'olio vegetale liquido in margarina solida e che impedisce agli oli vegetali liquidi di diventare rancidi. Questi grassi, che si trovano in genere nei dolci e nei prodotti da forno,  non hanno valore nutrizionale, sono dannosi per la salute del cuore, aumentano i livelli del colesterolo LDL e dei trigliceridi, mentre riducono i livelli di colesterolo HDL.
Altri fattori da considerare sono l’eccesso di peso, che aumenta l’LDL, e la sedentarietà che  diminuisce la protezione dell’HDL. Perdere peso, se necessario, e fare attività fisica può invertire queste tendenze.

Una dieta che si basa su frutta, verdure, pesce e olio extravergine d’oliva, varia e ben equilibrata, come la zona, controlla il colesterolo e la pressione sanguigna, aiuta le arterie a rimanere elastiche  e reattive. Non solo, è vantaggiosa per la salute delle ossa, degli occhi, della mente e anche dell’intestino.

A cura dell’Equipe Enervit

 

mondo enervit

Enervit Corporate Enervit Sport Enervit Gymline Muscle Enervit Protein Enervit CarboFlow Enervit Break